Slitta al 20.08 il pagamento dei contributi INPS artigiani e commercianti.



In attesa che venga pubblicato il decreto attuativo dell’art. 1, comma 21, della L. 178/2020 ( legge di bilancio 2021) che dovrà dettare le norme per poter usufruire dell’esonero parziale della contribuzione dovuta dagli artigiani e commercianti iscritti all’INPS e dai professionisti iscritti alle proprie casse previdenziali, l’INPS, con il messaggio n. 1911 del 13.05.2021, differisce la scadenza del pagamento della prima rata dei contributi dovuti dagli artigiani e commercianti in scadenza lunedì 17.05 alla data del 20.08. In questo modo i soggetti interessati potranno valutare in modo consapevole se possono usufruire del parziale esonero dal versamento dei contributi sul minimale.

Detto esonero, attualmente previsto nella misura massima di € 3.000, che copre circa 3 rate sulle 4 previste annualmente, potrà essere richiesto a condizione che il reddito imponibile IRPEF relativo all’anno 2019 non sia superiore a € 50.000 e che, contemporaneamente, nell’anno 2020, si sia subito un calo di almeno il 33% rispetto all’anno 2019.

Chi rientra in questa casistica dovrà valutare la propria posizione ai fini pensionistici prima di decidere se avvalersi o meno dell’esonero perché potrebbe avere serie ripercussioni sull’importo dell’assegno della pensione e sul momento iniziale in cui esso sarà liquidato dall’Ente previdenziale.

Emilio dottor Tasca

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti