L'inevitabile caos telematico


Entro il 30.06.2013 tutte le ditte devono provvedere alla istituzione della PEC e la relativa comunicazione alla CCIAA.

Nonostante più volte sollecitati molti dei clienti non hanno ancora provveduto a quanto richiesto. La cosa è generalizzata in tutta Italia, infatti, da alcune notizie di stampa, apprendiamo che alla data del 15.06 scorso solo il 17% delle ditte vi aveva provveduto.

Il nostro studio ha già attivato le PEC di tutti i clienti che ne hanno fatto richiesta e comunicato tutte le PEC attivate fino a ieri sera.

Siamo oltre il 70%. Sembrerebbe un buon numero ma, ahimè, non è così.

Oggi pomeriggio alcuni colleghi hanno chiamato per sapere perché non riuscivano ad effettuare le trasmissioni alla CCIAA. Noi stessi abbiamo avuto dei problemi di collegamento al sito della CCIAA e, finora, non si riesce ad effettuare le trasmissioni.

Come al solito, da buoni italiani, arriviamo spesso all’ultimo minuto ed oltre. Per quel 30% dei clienti che ancora non sono venuti in ufficio, non ci restano che due alternative per rispettare in pieno la scadenza: o saremo costretti a trasmettere le nuove PEC di notte, sperando di avere le linee internet un po’ più libere o, altrimenti, i clienti subiranno le sanzioni previste. Ma sappiamo bene che non sarà per nostra colpa.

Oppure ci affidiamo alla divina provvidenza per una proroga della scadenza.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti